lunedì 11 febbraio 2013

Sentieri e traversate

Da questa home page degli itinerari, cliccando sulle linguette qui sopra, potete accedere alla descrizione dettagliata dei principali sentieri ed escursioni.
Altrimenti cliccando qui potete tornare alla home page generale.
Come riepilogo, ricordiamo che il nostro rifugio si trova allo snodo di 5 sentieri principali che sono i seguenti:
·       Sentiero CAI n. 340 Rifugio Giaf m 1400 - Cason dal Boschet  m 1707 – Forca del Cridola m 2176 – Bivacco Vaccari m 2050 – Statale 52 Carnica località Val Da Campo m 987.
Tempo di percorrenza totale ore 5, fino alla Forca del Cridola ore 3. Dislivello in salita m 780. Difficoltà: escursionistico.
·       Sentiero CAI n. 341 Rifugio Giaf  m 1400 – Passo della Mauria m 1298.
 Dislivello in salita m 200, tempo di percorrenza ore 2. Difficoltà: escursionistico.
·       Sentiero CAI n. 342   Rifugio Giaf  m 1400 – Forcella del Cason m 2224 – Bivacco Marchi-Granzotto in val Monfalcon di Forni m 2152 – Forcella Monfalcon di Forni m 2309 – Val d’Arade – Rifugio Padova m 1287.
Tempo di percorrenza totale ore 5.  Dislivello in salita m 910. Difficoltà: escursionisti esperti, in parte su ripidi ghiaioni in ambiente grandioso.
·       Sentiero CAI n. 346 da Forni di Sopra località Chiandarens m 966 – Rifugio Giaf   m 1400 – Forcella Scodovacca  m 2043 – Valle Pra di Toro - Rifugio Padova m 1287.
Tempo di percorrenza totale ore 4 e 30. Dislivello in salita m 1070. Difficoltà: escursionistico.
·       Sentiero CAI n. 361 Rifugio Giaf  m 1400 – Forcella Urtisiel m 2000 – Casera Valbinon m 1778 - Rifugio Pordenone m 1249. Costituisce una parte del “Truoi dai sclops”, lo spettacolare percorso circolare che raccorda Forni di Sopra con il Rifugio Giaf e il Rifugio Flaiban-Pacherini in val di Suola.
Tempo di percorrenza totale ore 4.  Dislivello in salita m 600. Difficoltà: escursionistico.

Vi è poi la possibilità di effettuare una magnifica escursione circolare attorno al Rifugio Giaf. Si tratta dell’itinerario chiamato “Anello di Bianchi”, è un percorso facile che comporta circa 2 ore e mezza di cammino su sentiero segnalato. Si può effettuare in senso orario partendo sul sentiero 361 oppure in senso antiorario partendo sul sentiero 346 e girando a destra a circa 5 minuti dal Rifugio.

Il percorso più spettacolare è certamente il cosiddetto "Truoi dai sclops", il "sentiero delle genziane", una grande traversata panoramica (sentieri 361 fino a Valbinon- 369 fino al Passo del Mus - 362) che collega il Rifugio Giaf con il Rifugio Flaiban-Pacherini. In un continuo succedersi di ambienti e colpi d'occhio si oltrepassa la forcella Urtisiel, l’ampio pianoro con la casera Valbinon, il Canpuros (la fiabesca prateria alpina che la fioritura estiva rende un luogo di sosta da sogno), le forcelle Brica e dell’Inferno, scendendo infine nell’alta val di Suola. Dislivello in salita 1000 metri, ore 6, difficoltà E.

Una possibilità alternativa e veramente interessante di salita al Rifugio Giaf direttamente da Forni di Sopra viene offerta dal sentiero chiamato "Truoi dal Von" . La partenza si trova nelle vicinanze del Parco Avventura (piazzale della seggiovia), al Puont dal Sirai.

Torna alla home page generale cliccando qui.